Tecna: Analisi e Strategia

Per instaurare un rapporto tra Azienda e Agenzia con basi solide occorre creare un piano di comunicazione “evidence-based”, efficace ed efficiente, ma soprattutto condiviso.

Con Tecna abbiamo voluto instaurare il rapporto partendo da un’accurata analisi, con i seguenti obiettivi:

  • permettere all’Agenzia di conoscere meglio il lavoro, il settore, i clienti e le potenzialità di un’azienda per noi nuova;
  • permettere all’Azienda di mettere in prospettiva la propria attività, osservandola da punti di vista diversi, al fine di razionalizzare la percezione del marchio, gli obiettivi e le attività su cui vale la pena investire;
  • stilare una strategia di comunicazione che individui gli strumenti ed i metodi più efficaci per raggiungere i target, al fine di massimizzare tempo e risorse.

Per raggiungere questi risultati abbiamo iniziato dall’analisi del settore, osservando il panorama industriale e i competitor principali, in Italia e all’estero.

Dopodiché abbiamo osservato meglio l’Azienda Tecna, le sue specificità, le attività di comunicazione messe in campo finora ed il posizionamento attuale. Questo ci ha permesso di capire quali sono gli aspetti che hanno maggiori margini di crescita.

Un capitolo a sé stante è stato dedicato all’analisi dei target. Una volta identificati con chiarezza le tipologie di cliente che ci interessa intercettare, abbiamo proceduto con la creazione di alcune “customer personas”. Questi clienti-tipo creati a tavolino attraverso la combinazione di dati reali, ipotesi di lavoro ed ambizioni ci permetteranno di simulare la “customer journey” che ogni tipo di cliente percorre, partendo dalla formulazione del bisogno, fino alla conversione (conclusione dell’acquisto).

Questa attività ci ha portato a stilare la strategia di comunicazione, all’interno della quale abbiamo suggeriremo i mezzi, la frequenza e la tipologia di messaggi più adatta per intercettare i diversi target.

Il documento così creato costituisce una sorta di linea guida per le attività di comunicazione che saranno portate avanti nel corso del prossimo biennio. Queste linee guida si dovranno tradurre in un elenco di attività concreto (realizzazione di nuovi canali o revisione di quelli esistenti) e in un vero e proprio calendario editoriale. Il tutto inserito all’interno di un percorso chiaro ed integrato, con obiettivi ambiziosi ma realistici.