Si può ancora usare Mailchimp in Europa?

Mailchimp è certamente uno dei software per l’invio di newsletter più conosciuti. La semplicità d’uso e la facilità con cui anche i non addetti ai lavori riescono a creare campagne mail efficaci e con un design accattivante, ne hanno fatto uno dei software più utilizzati al mondo, Italia compresa.

Negli ultimi mesi però, sono emersi gravi problemi per gli utilizzatori europei, perché il software non è più in regola con la legislazione sulla privacy in vigore.

 

Mailchimp e la privacy europea

Tutti i server posseduti da Mailchimp sono dislocati su territorio U.S.A. Ogni database di contatti che andiamo a caricare nel software, costituisce dunque un trasferimento di dati personali dall’Europa agli Stati Uniti.


Per effettuare questo procedimento, Mailchimp si è certificata conforme al EU-U.S. Privacy Shield Framework nel 2016. Mailchimp è conforme anche alle Standard Contractual Clauses. Queste due conformità hanno garantito per anni la piena usabilità del servizio anche da parte dei cittadini europei.

Da qualche tempo però le cose sono cambiate.

Nel Luglio 2020 con la sentenza Schrems II, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha invalidato il EU-U.S. Privacy Shield Framework motivando la decisione asserendo che le regole americane non garantiscono l’equivalenza con la legislazione europea in materia di trattamento dei dati personali. Al contempo la Corte ha confermato la validità delle Standard Contractual Clauses, ma condizionandole all’utilizzo di non meglio specificate “misure ulteriori”. Pertanto, pur potendo Mailchimp continuare a lavorare in Europa, è diventato molto più complicato dimostrare la conformità a tutte le regole della GDPR.

 

Perché Mailchimp presenta grossi problemi per gli utilizzatori europei?

Il Garante per la Privacy bavarese pochi mesi fa si è espresso con una sentenza dichiarando illegittimo per un utilizzatore tedesco l’impiego di Mailchimp per l’invio di campagne di posta elettronica. Una sentenza che ha fatto molto discutere poiché ha imposto la cessazione dell’utilizzo del software, ma non ha multato né Mailchimp, né l’utilizzatore per aver violato le norme.

Mailchimp ha commentato la sentenza ribadendo di essere conforme alle Standard Contractual Clauses, di utilizzare effettivamente “misure ulteriori” per la protezione dei dati personali dei cittadini europei, ma non essendoci ancora delle linee guida ufficiali che definiscano queste misure (sono disponibili solamente come bozza), è impossibile dire se quelle di Mailchimp siano sufficienti oppure no.

 

Mailchimp è ancora utilizzabile in Europa?

Cosa devono fare dunque i migliaia di utilizzatori europei di Mailchimp? La nostra Agenzia utilizza questo servizio per diversi clienti, dobbiamo consigliare loro di cambiare fornitore?


La risposta in realtà non è semplice.

Mailchimp sul suo sito web tenta di rassicurare i propri clienti ribadendo di poter continuare ad operare in Europa senza problemi, ma al contempo avverte che potrebbero esserci complicazioni in singoli Stati, proprio come è accaduto in Germania.

Il problema potrebbe essere risolto in tempi brevi se le istituzioni europee emettessero dei regolamenti definitivi su queste “misure ulteriori”. Mailchimp ha inoltre affermato che si doterà di server sul suolo europeo entro il 2022.

Nel frattempo che fare?

Come abbiamo visto, la corte tedesca non ha emesso sanzioni, quindi gli utilizzatori europei che dovessero incorrere in una sentenza simile non rischiano danni particolarmente ingenti, ma anche il solo stop all’invio di newsletter costituisce per molti business una perdita notevole.

Da qualche mese stiamo dunque consigliando ai nostri clienti di spostarsi su altri software, per evitare di farsi trovare impreparati di fronte a qualsiasi ulteriore sviluppo della situazione.

Le alternative non mancano e sono spesso più economiche e almeno altrettanto performanti. Dalle italiane Voxmail e MailUp alla francese SendinBlue, sono molte le aziende che oggi offrono servizi paragonabili per facilità d’uso e performance.

 

Contattaci e sceglieremo insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze.



    Inviando questo modulo accetti la nostra policy di trattamento dei dati. I tuoi dati saranno trattati unicamente per il tempo necessario a rispondere alla tua richiesta.